Privacy e Statuto dei lavoratori: antinomie e influenze sovranazionali

La novella intervenuta nel 2015 ha radicalmente mutato il quadro dello Statuto dei Lavoratori (l.300/1970), comprimendo in modo significativo il perimetro delle tutela colà originariamente previste. Uno degli aspetti toccati riguarda all’art. 4 l’attività di controllo sul prestatore d’opera da parte del datore di lavoro: la versione precedente utilizzava una struttura a permissione (generalizzato divieto con espresse eccezioni), quest’oggi la situazione è specularmente rovesciata, dato che la clausola abilitante al controllo a distanza è, di fatto, una delega in bianco. Recentemente la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo si è pronunciata su un caso, posto alla sua…
read more

Commento – Tribunale ordinario di Rimini, Sez. unica civile, dott. Luigi La Battaglia, R.G. 4372/2013

Tribunale ordinario di Rimini, Sez. unica civile, dott. Luigi La Battaglia, R.G. 4372/2013 “Per ottenere il risarcimento ex art. 15 non è sufficiente, pertanto, la (mera) violazione delle norme del Codice, e non è sufficiente neppure la lesione (in sé) di un diritto della personalità dell’interessato. È necessario, invero, allegare e provare (eventualmente anche per mezzo di presunzioni ex art. 2729 cc), un concreto pregiudizio alla sfera personale / relazionale del danneggiato, generalmente atteggiantesi in guisa di sofferenza interiore ovvero di alterazione peggiorativa di pregresse abitudini di vita. E questo pregiudizio deve essere anche grave…
read more