BUY NOW PAY LATER

“Buy now, Pay later” - Acquista capi e accessori on line senza alcun anticipo e senza costi aggiuntivi, provali a casa tua e paga solo quello che decidi di tenere, addirittura dilazionando l’importo in rate mensili! È l’invito che giunge ai millennial del mercato inglese da Arcadia, Gruppo guidato da Philip Green, che controlla i marchi cari agli e-shopper più giovani Topshop, Topman, Miss Selfridge e Dorothy Perkins, in collaborazione con il provider Klarna. La nuova formula di pagamento “compri oggi e paghi tra 90 giorni”, ma puoi pagare anche a rate mensili per ordini superiori alle 60 sterline, è…
read more

Blockchain e criptovalute: evoluzioni e prospettive nell’analisi di Fabrizio Zampieri

Criptovaluta viene ancora segnalato come lemma sconosciuto dal correttore dei programmi di videoscrittura, eppure è il neologismo che indica una vera e propria rivoluzione che sta avvenendo anche nel sistema dei pagamenti e i cui esiti si iniziano a intravvedere nella loro portata deflagrante solo ora; su tali ambiti ci siamo confrontati con Fabrizio Zampieri, analista e consulente finanziario indipendente che sta maturando una specifica attenzione professionale a tale comparto e alle sue dinamiche. Nel pieno della crisi finanziaria del 2008/2009 nasceva Bitcoin, la prima e più nota criptovaluta. Qual è il bilancio a quasi…
read more

Responsabilità da prodotto difettoso: elementi indiziari e nesso di causalità in sede comunitaria

Corte di Giustizia UE, Seconda Sezione, sentenza 21 giugno 2017, causa C-621/15 sintesi ragionata dei passaggi ritenuti decisivi della sentenza Il provvedimento per esteso Sentenza responsabilità prodotto difettoso Sentenza: La domanda verte in merito all’eventuale responsabilità della Sanofi Pasteur per danno da un vaccino asseritamente difettoso prodotto dalla medesima. Contesto normativo: Direttiva 85/374 In tale contesto, la Corte di cassazione francese, chiamata a pronunciarsi, ha deciso di sottoporre alla Corte di Giustizia le seguenti questioni pregiudiziali: Prima questione Con la prima questione, il giudice del rinvio chiede, in sostanza, se l’articolo 4 della direttiva 85/374 debba…
read more

Privacy e Statuto dei lavoratori: antinomie e influenze sovranazionali

La novella intervenuta nel 2015 ha radicalmente mutato il quadro dello Statuto dei Lavoratori (l.300/1970), comprimendo in modo significativo il perimetro delle tutela colà originariamente previste. Uno degli aspetti toccati riguarda all’art. 4 l’attività di controllo sul prestatore d’opera da parte del datore di lavoro: la versione precedente utilizzava una struttura a permissione (generalizzato divieto con espresse eccezioni), quest’oggi la situazione è specularmente rovesciata, dato che la clausola abilitante al controllo a distanza è, di fatto, una delega in bianco. Recentemente la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo si è pronunciata su un caso, posto alla sua…
read more

Commento – Tribunale ordinario di Rimini, Sez. unica civile, dott. Luigi La Battaglia, R.G. 4372/2013

Tribunale ordinario di Rimini, Sez. unica civile, dott. Luigi La Battaglia, R.G. 4372/2013 “Per ottenere il risarcimento ex art. 15 non è sufficiente, pertanto, la (mera) violazione delle norme del Codice, e non è sufficiente neppure la lesione (in sé) di un diritto della personalità dell’interessato. È necessario, invero, allegare e provare (eventualmente anche per mezzo di presunzioni ex art. 2729 cc), un concreto pregiudizio alla sfera personale / relazionale del danneggiato, generalmente atteggiantesi in guisa di sofferenza interiore ovvero di alterazione peggiorativa di pregresse abitudini di vita. E questo pregiudizio deve essere anche grave…
read more